Tempura

Stasera andiamo in Giappone per mangiare la famosissima tempura. Molti non lo sanno ma questa ricetta, così come il nome, non ha origini giapponesi, bensì europee, più precisamente portoghesi. Infatti venne introdotta in Giappone dai missionari cristiani, questi nel periodo cosiddetto dei “Quattro tempora” (da cui il nome tempura) non potevano mangiare carne, quindi si nutrivano soltanto di verdure e di pesce. Infatti nella ricetta della tempura troviamo soltanto questi due elementi e mai la carne.

di Marco Pingitore, amministratore del gruppo Facebook “Erbe aromatiche e spezie”, non sei ancora iscritto? Che cosa aspetti? Iscriviti qui

Ingredienti

2 Uova

15 g Farina 00

10 g Acqua frizzante gelida

Olio di semi q.b.

Gamberi

Verdure a piacere (Zucchine, Asparagi, Verza, Broccoli…)

Sbatti le uova, aggiungi la farina e l’acqua frizzante. Sbatti velocemente per poco tempo, non importa se si formano grumi di farina, l’importante è che il composto rimanga gelido. Immergi la verdura o i gamberi nella pastella e friggi in olio di semi ben caldo. Una volta dorata, tieni la tempura in uno scolapasta o in un colino per far andare via l’olio in eccesso. Sala e servi caldissimo.

Be the first to comment on "Tempura"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*