Acqua e unguento di zenzero

Lo Zenzero è un antico rimedio della medicina cinese e ancora oggi è popolare in Cina e Giappone. Si usa contro i dolori muscolari e articolari, come artrite e mal di schiena, ma anche torcicollo, dolori mestruali, strappi e distorsioni. Favorisce il drenaggio dei tessuti donando più elasticità e vigore alla pelle.
di Margherita Buggero, amica del gruppo Facebook “Erbe aromatiche e spezie”, non sei ancora iscritto? Che cosa aspetti? Iscriviti qui
Spiega Mikio Kushi, uno dei padri della macrobiotica: con gli impacchi di zenzero «gli umori corporei ricominciano a circolare e piano piano tutti i tessuti trattati vengono irrorati da sangue nuovo, che li purifica e li nutre. Gradatamente i tessuti ringiovaniscono, si ammorbidiscono e si rivitalizzano». Nel frattempo, si allevia il dolore.
Il metodo tradizionale è piuttosto laborioso, ed è necessario che ve lo faccia un’altra persona specie se si tratta la schiena. Si prepara in questo modo:
Prima di tutto bisogna preparare l’acqua di zenzero.
– Grattuggiate circa 100 grammi di radice di zenzero fresca. Mettete il tutto in un sacchettino di cotone e chiudete con un nastro.
– Fate bollire 4 litri d’acqua. Abbassate la fiamma in modo che l’acqua bolla solo leggermente (un eccesso di calore può ridurre l’efficacia dello zenzero).
– Immergete il sacchetto di zenzero e lasciate sobbollire per circa 5 minuti. Prima di togliere il sacchettino spremetelo bene.
Come si applica.
Una volta preparata, l’acqua di zenzero si usa subito quando è ancora calda (possiamo mantenerla calda su una piastra elettrica).
Prendete un canovaccio e immergetelo nell’acqua, strizzate e applicate sulla parte dolente. L’acqua deve essere ancora fumante, ovviamente non così tanto da provocare ustioni.
In genere, il trattamento è di 20-30 minuti. Ogni tanto bisogna cambiare l’impacco, perché avrà perso calore. Si immerge di nuovo il canovaccio nell’acqua calda, per 6-10 volte. Se il dolore è forte, si può ripetere più volte al giorno.
L’acqua di zenzero si può anche usare per un bagno rinvigorente, oppure per un pediluvio serale dalla proprietà rilassante che favorisce il sonno.
Per rendere la cosa più semplice ho creato un unguento di zenzero che si può applicare da soli sulla parte dolente. si copre con una garza o un telo leggero e si pone sopra un cuscino caldo o la bull dell’acqua calda. Entrambi devono essere molto caldi per favorire l’assorbimento dello zenzero attraverso i tessuti.
L’applicazione dello zenzero nella zona dei reni è particolarmente efficace per tutte le persone che soffrono il freddo.
Dato che applicare l’impacco di zenzero sui reni crea un certo rilassamento è consigliato farlo la sera già pronti per dormire in modo che il naturale torpore che ne deriva non sia interrotto dal doversi preparare per la notte.
Per ottenere risultati duraturi si consiglia di tenere il calore per almeno 20 minuti e di ripeterlo ogni sera per almeno 10 giorni.
I benefici sono veramente sorprendenti e mi farebbe piacere ricevere i vostri feedback, inoltre se volete l’unguento di zenzero contattatemi pure su Facebook con messaggio privato e ve lo farò avere.

Be the first to comment on "Acqua e unguento di zenzero"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*