Olive all’ascolana

Buonasera amici, ecco una ricetta molto gustosa. A mio avviso è uno degli street food più buoni in assoluto. Voi che ne pensate?

di Marco Pingitore, amministratore del gruppo Facebook “Erbe aromatiche e spezie”, non sei ancora iscritto? Che cosa aspetti? Iscriviti qui

Ingredienti

Olive varietà ascolana 400 g

Macinato misto (maiale e bovino) 80 g

Petto di pollo 40 g

Pane, la mollica di 2 fette

Parmigiano grattugiato 2 cucchiai

Cipolla 1/8

Carota mezza

Sedano 1 piccola costa

Vino rosso 1/2 bicchiere

Uova 2

Noce moscata q.b.

Pepe nero q.b.

Farina q.b.

Pangrattato q.b.

Sale q.b.

Olio di semi q.b.

Preparazione

Fate un soffritto con carota, sedano e cipolla precedentemente pulite, lavate e sminuzzate finemente. Nel frattempo sminuzzate anche il petto di pollo. Quando carota, sedano e cipolla si sono ammorbiditi aggiungete al soffritto anche il petto di pollo e il macinato. Aggiungete le carni gradualmente per non far freddare troppo velocemente il tutto. Quando la carne cambia colore aggiungete anche il vino e fatelo sfumare. Unite al tutto una generosissima spolverata di noce moscata, la mollica di pane sbriciolata e il pepe nero. Fate raffreddare il tutto. Con l’aiuto di un mixer frullate il tutto. Nel frattempo preparate le olive, ci sono due tecniche per togliere i noccioli: la prima consiste nel tagliarle ad aspirale senza mai staccare il coltello e mantenere la polpa dell’oliva tutta attaccata insieme, la seconda (quella che preferisco io) è fare una incisione a metà lungo il diametro maggiore e poi scavarle con un coltello a punta per togliere il nocciolo un quarto alla volta (si fa prima a farlo che a descriverlo, magari, se non è chiaro, faccio un video). Aggiungete quindi il parmigiano e 1 uovo all’impasto (volendo anche la scorza di un quarto di limone). Mescolate il tutto per renderlo omogeneo e iniziate a riempire le olive cercando di ricostruire la forma originaria. Preparate quindi 3 ciotole: in una inserite un uovo sbattuto, in una il pangrattato e nell’altra la farina. Rotolate quindi le olive prima nella farina, poi nell’uovo e soltanto da ultimo nel pangrattato. Il risultato dovrebbe essere una bella panatura compatta. Friggete il tutto in abbondante olio di semi caldo. Scolate l’unto in eccesso mettendo le olive in uno scolapasta e successivamente rotolandole nella carta assorbente. Servite caldissime.

 

Be the first to comment on "Olive all’ascolana"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*