Scheda: noce moscata

Che cos’è

E’ il seme decorticato dell’albero Myristica fragrans, un albero originario delle isole Molucche. E’ un albero sempreverde che può arrivare fino a 20 metri di altezza.

Storia

Questa spezia arrivò in Europa soltanto nel XVI secolo, e visto il suo alto costo fu per diversi secoli oggetto di scontri commerciali tra le potenze coloniali. Nel Settecento vennero esaltate le proprietà terapeutiche come antisettico, mentre nell’Ottocento per le proprietà afrodisiache entro a far parte di alcune preparazioni in grado di stimolare il desiderio, come la cosiddetta “pillola dell’amore. Una curiosità: il nome “moscata”, deriva dal luogo di Mascate, dove prese avvio la commercializzazione di questa spezia. Nel Novecento si scoprì che in quantità modeste causava allucinazioni e convulsioni, per questo fu affibbiato a questa spezia il poco invidiabile appellativo di “stupefacente dei poveri”.

I consigli dell’erborista di Margherita Buggero

I frutti della noce moscata (Myristica fragrans). vengono commercializzati come spezie: il seme è la noce moscata, mentre con il rivestimento carnoso che la ricopre si produce il famoso tè di Macis.

Ma vediamo le proprietà sia della noce moscata che del Macis: digestivo, fluidifica il muco, antiossidante, inoltre il Macis è considerato un buon afrodisiaco.

I consigli del cuoco

Pere Martin Sec al vino bianco, aromatizzate con cannella, chiodi di garofano, cardamomo e noce moscata

Tortelli maremmani

Torta con i becchi

Olive all’ascolana

Burger di soia

Gnudi

Frittata al forno

Salmì di cinghiale

Spinaci al parmigiano

Crocchette di patate

Zuppa di lenticchie

Torta di quinoa e broccoli

Canederli

Passatelli

Crostini di fegatini di pollo

BRIOUATS SALATI

 

Nelle miscele:

Baharat

Advieh

Jamaican jerk

African rub

 

Nella tisane:

Tisana di Stefania

 

Nei liquori:

Liquore della strega

Rosolio speziale

CONCERTO DI MAIORI

Vino speziato

e altre qui

 

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published.


*